Pasta: sai da dove proviene il grano che mangi, altro che bufale, appunta la classifica delle migliori

Quando si parla di pasta i consumatori diventano particolarmente attenti a ciò che consumano. Tu sai da dove proviene il grano che mangi? Ecco quali sono le migliori marche in commercio.

Pasta da cuocere - Fonte Pixabay
Pasta da cuocere – Fonte Pixabay

Sulla pasta gli italiani sono inflessibili, essendo il piatto principe delle nostre tavole. Proprio per questo negli ultimi anni hanno guardato con maggior attenzione all’etichetta dei più grandi marchi in commercio e hanno iniziato a preferire quelli che utilizzano solo grano italiano.

Non è solo una questione di mero campanilismo, ma soprattutto di come viene coltivato quello estero. Ecco dunque quali sono le marche che soddisfano al meglio questi requisiti e che quindi sono diventate le protagoniste degli scaffali nella case degli italiani.

Grano italiano per la pasta: perché preferirlo a quello estero?

Come anticipato non è solo una questione di attaccamento alla propria terra se oggi gli italiani preferiscono la pasta realizzata con grano italiano. Si tratta piuttosto di come viene coltivato quello estero, ovvero quali pesticidi sono sfruttati durante la coltura.

Solitamente il grano estero contiene tracce di glifosato, considerato assolutamente nocivo per la salute. Eppure l’associazione Unione Italiana Food ha chiarito ormai da tempo che le percentuali trovate al momento del raccolto sono così irrisorie che “nemmeno mangiando 200 kg di pasta al giorno per un anno” sarebbe possibile ingerire una quantità fatale di pesticida.

Pasta al sugo - Fonte Pexels
Pasta al sugo – Fonte Pexels

Nonostante ciò i consumatori preferiscono comunque rivolgersi ad aziende che utilizzano solo grano italiano, che non viene trattato con questo pesticida per sentirsi più tranquilli. Vediamo quindi quali sono questi marchi!

Pasta con grano italiano: i migliori marchi in commercio

Tra le marche che utilizzano solo grano italiano troviamo l’immancabile Barilla, che negli ultimi anni si è rinnovata e ha iniziato a prestare maggiore attenzione a tutti i prodotti della propria linea. Allo stesso modo anche Agnesi, Amato e La Molisana – tra i più noti – insieme a Misura e Voiello.

Anche alcune qualità marchiate con il logo del supermercato rientrano in questi requisiti minimi – tra cui quella della Coop vivi verde bio oppure quella della Lidl Combino. Se si cerca quindi di risparmiare qualche euro sulla spesa totale senza rinunciare alla qualità, questo è il giusto compromesso.